L’alimentazione del runner la sera prima di una gara

4
Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie! Ciò accade perché la funzionalità dei contenuti contrassegnati come “% SERVICE_NAME%” utilizzano i cookie che hai scelto di mantenere disattivati. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, si prega di abilitare i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.
Alimentazione del runner la sera prima di una gara

Cosa mangiare prima di una competizione

Partecipare a una gara è un cocktail di concentrazione, emozione e adrenalina. Arrivarci con la giusta scorta di energie per affrontarla al meglio, è importante tanto quanto esserti allenato con fisico e mente nella maniera corretta. Mentre prepari tutto l’occorrente per l’indomani un dubbio ti assale, specie se sei all’inizio della tua carriera da runner: cosa mangiare la sera prima della gara?

Sai bene che i runner hanno bisogno di energia che li aiuti a resistere a una competizione che va dai 10km o fino ai 50-65km. O duri più di un’ora considerando se correrai su strada o farai del trail, se ci saranno dislivelli, caldo o freddo, se in alcuni punti correrai più veloce e così via.

Alimentazione del runner pre-gara

L’alimentazione nel runner in fase di allenamento, quindi durante la settimana, o in vista di una competizione non è un qualcosa da prendere così come viene. Bisogna rifletterci in maniera attenta, in modo da riuscire a portare a termine la gara senza stare male dopo o arrivare stremato.

Alla fine della tua prima gara e man mano che ne farai altre, prenderai consapevolezza di come il tuo corpo reagisce in questa situazione in modo da poter aggiustare il tiro o confermare quanto fatto dal punto di vista dell’alimentazione.

Ecco perché da runner devi sapere cosa mangiare nel pre-gara. Sia il giorno prima e la mattina devono essere decise con un esperto e non fare sempre e solo di testa tua. Il corpo umano è una macchina perfetta che funziona persino meglio quando trattato in una determinata maniera. E i risultati raggiunti te lo confermeranno.

Riempi il tuo serbatoio

In ogni caso l’organismo deve avere una buona scorta di benzina in modo da non abbandonarti sul più bello o durante un passaggio difficoltoso, come ad esempio una salita o un terreno ostile.

I carboidrati, il giorno prima della gara e persino la sera, ti sono amici. In questo modo andrai a rifornire il serbatoio di glicogeno da cui attingerai durante la fase di resistenza. Volendo, se sei abituato, ti potrai portare oltre che acqua per idratarti durante la gara, delle barrette cereali o frutta secca o preparati specifici da consumare durante la prova sportiva.

Un appunto sul carboidrato e sul glicogeno: non mangiarne oltre il dovuto per paura di restare senza energie da un momento all’altro. Ogni runner, te compreso, ha una sorta di “tanica” interna di glicogeno da riempire. Una volta piena, quello in eccesso si trasformerà in grasso e quindi in una sorta di zavorra che il corpo deve gestire durante la gara. Mi raccomando non strafare!

La sera prima della gara

La sera prima della gara è bene mangiare dei carboidrati. Come anche a pranzo. Se li mangi anche a pranzo a cena mangiane di meno. In questo modo l’organismo avrà tutto il tempo di trasformare e assimilare gli zuccheri scomposti dai carboidrati e trasformarli in energia utile per l’indomani. In caso contrario utilizzerai le tue riserve di grasso e proteine.

Quindi a cena sì a

  • pasta o riso
  • un petto di pollo alla griglia o un uovo o pesce
  • pochissima insalata a foglia larga, si pomodori, carote, piselli
  • no alcolici
  • sì acqua
  • sì a succhi di frutta fatti in casa con estrattore che elimina le fibre di frutta e verdure

Le proteine nell’alimentazione di un runner sono sempre molto meno rispetto ai carboidrati. Per quanto riguarda le fibre: consumale in maniera moderata la sera prima della gara, ad esempio una mela. Appesantiscono e accelerano il lavoro dell’intestino il giorno prima e il giorno stesso della gara. Mangiane di meno nei 2-3 giorni prima della competizione.

In più se sei un runner che tende ad accumulare tensione e ansia in questa parte del corpo prima di un evento importante come questo, il mix di verdure e ansia non piacerà per niente alla tua pancia. Ma questa è una cosa molto soggettiva.

Riposati

Non mangiare troppo o la digestione sarà più lenta e il tuo sonno ne risentirà e di conseguenza l’indomani non sarai molto in forma. Trova il giusto equilibrio con i pasti, fatti una bella dormita e vedrai che i tuoi muscoli l’indomani sapranno ringraziarti.

Se da runner hai paura di non sapere cos’è meglio mangiare prima di una gara e dopo, affidati a uno specialista dell’alimentazione negli sportivi.