Verso la mia Ecorun Collis – L’allenamento

8
Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie! Ciò accade perché la funzionalità dei contenuti contrassegnati come “% SERVICE_NAME%” utilizzano i cookie che hai scelto di mantenere disattivati. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, si prega di abilitare i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.
Ecorun collis

Sono trascorsi otto giorni dalla mia ultima gara e ho già ben in mente quale sarà la prossima. Ho effettuato l’iscrizione la sera stessa aver terminato l’Ultrabericus Winter Trail, correrò la terza edizione della Ecorun Collis (ex Ecorun Turà). Locandina Montefortiana Ecorun 2018Per me questa è una gara di casa, mi alleno in parte sul suo percorso e l’ho già corsa nella sua prima edizione nel 2016 terminandola con il tempo di 3h03’03”. Non è una gara difficile, il suo dislivello positivo è di soli 900mt ed è la sorella minore della Ecomaratona Clivus che ha una distanza di 44km e 1900D+. Questa gara è stata il mio primo trail, si dice che il primo amore non si dimentica mai e cosi è per me. Mi sono preso una settimana di completo relax prima di iniziare la preparazione per questo evento, l’Ultrabericus Winter Trail per le mie condizioni fisiche è stato un pò stancante ed ho avuto bisogno di qualche giorno per rigenerarmi. Inizio la preparazione mercoledi 20 dicembre ed avrò a disposizione  5 settimane per prepararmi al meglio. Ho iniziato un percorso lo scorso anno insieme a Giovanni, un preparatore della provincia di Bergamo che segue diversi atleti tra cui atleti di spicco nel mondo del trail, il mio obiettivo non è quello di vincere una gara ma quello di prepararmi al meglio della mia condizione fisica per affrontare gare di lunga distanza come l’UTMB o il TOR. Naturalmente sono gare che necessitano una preparazione adeguata è sono gare che non si improvvisano, ci vuole tempo, pazienza e costanza. Proprio oggi ho riletto una frase scritta qualche anno fa su Facebook che calza a pennello in questa situazione: ”Le imprese si realizzano con il tempo e con la fatica. L’attesa la rende unica e speciale, non avere fretta di entrare nella storia”. Ecco la mia motivazione di oggi. Ho deciso di partire il nuovo anno con una gara vicina per non spostarmi troppo in questa stagione, io sono un ”caldofiro” e odio il freddo, ieri sono stato vicino Livigno ed al Passo del Foscagno la mia auto segnava -14°, temperature che vanno bel oltre il mio limite, limite che ancora non ho raggiunto. Non amo il freddo quindi ho preferito non allontanarmi troppo e rimanere vicino casa. Il mio allenamento per le prossime settimane riprenderà quello portato avanti fino adesso, non ho potuto allenarmi per problemi di salute per diverse settimane cosi ho deciso di non cambiare nulla, la preparazione si riprende da dove è stata lasciata. Ecco il mio piano di allenamento per le prossime settimane.

Clicca sull’immagine per aprire la tabella

Tabella allenamento Montefortiana 2018